messapia.it
Il portale che ti aggiorna su tutte le novità nelle province di Taranto Brindisi e Lecce

 

Ostuni

Un po' di storia… 
La pittoresca città sorge su tre colli posti alle ultime propaggini delle Murge ed è parte del Comprensorio dei Trulli e delle grotte per la presenza, nella campagna disseminata di ulivi, delle bianche casupole a cono. Ma la definizione con cui è maggiormente nota è Ostuni la "bianca", perché bianche sono tutte le abitazioni del suggestivo borgo medioevale, un intrico urbano che ricorda una casbah araba. Il toponimo deriverebbe, secondo alcuni studiosi, dal greco "astu neon" (città nuova) secondo altri da "hostium unio" (insieme di persone di diversa provenienza). Certo è invece che fu città messapica, conquistata dai romani che la legarono alle proprie sorti; evangelizzata già nel I secolo d.C., decadde con la caduta dell'impero, venendo saccheggiata da Totila nel 549 a.C. dai longobardi e dai saraceni. Nell'VIII se. Il territorio circostante si popolò di monaci basiliani provenienti dalla siria e dall'Egitto, mentre furono i normanni, nell'XI, a intensificare la coltura dell'ulivo e a sviluppare i commerci; passata nel XII alla contea di lecce e nel XIV al feudo del principe di taranto, ebbe dagli angioini una cinta di mura rinforzata dagli aragonesi nel XVI. Apogeo dell'abitato, poi mai più eguagliato, fu in corrispondenza del dominio da parte del ducato di bari. Il centro storico si dispone tutto in altezza, irraggiato da una serie di stradine e scalinate, sormontate da archi, che permettono di raggiungere la sommità del colle.
Da visitare

Piazza Libertà
Vi affaccia il Palazzo municipale, ristrutturazione ottocentesca dell'ex convento trecentesco dei Francescani (l'omonoma chiesa è una delle più antiche di Ostuni), e vi svetta, sul fondo, l'obelisco di S. Oronzo, detto la "culonna" e scolpito nel '700. Appartata a destra è la chiesa dello Spirito Santo (secolo XVII): sulla facciata spicca un pregevole portale con lunetta del secolo XIII-XV che descrive nei bassorilievi la vita di Maria.

Via Cattedrale
Piacevole per i palazzi gentilizi che le fanno da fondale, la si percorre per raggiungere il settecentesco monastero delle Carmelitane, ora sede del museo delle civiltà preclassiche della Murgia Meridionale: punto di forza del museo sono i resti di una donna in stato interessante ritrovati nella grotta di Santa Maria di Agnano e databili al periodo Pleistocenico. Fa parte del museo anche la ex chiesa di S. Maria Maddalena, detta delle Monacelle e dalla cupola ricoperta da piastrelle policrome risalente a metà del '700.

Cattedrale
Dedicata a S. Maria dell'Assunzione e completata nel 1469-'95, è una delle più ammirate di Puglia. La facciata, in stile tardo gotico, è ingentilita da tre portali ogivali sormontati da bassorilievi, da un rosone centrale e da due rose; in alto si aprono due edicolette. L'interno, restaurato più volte fino a vederne stravolta l'originaria architettura, ha pianta basilicale: accanto all'ingresso centrale affresco del XV secolo; Il soffitto è ricoperto da tele secentesche, mentre il coro è del XVI. Sulla Piazza della Cattedrale prospetta pure l'Archivio capitolare, con oltre 200 pergamene del XII secolo e un'antica Meridiana.

Marina di Ostuni
A circa sei chilometri dalla "città Bianca" si estende la Marina di Ostuni , formata da una serie di insediamenti che si allungano sul litorale: sull'animato porticciolo turistico di Villanova domina un basso castello del XVI secolo. Monticelli conserva i ruderi di un villaggio dell'età del Bronzo. Il centro peschereccio di Torre Canne è frequentata stazione balneare e termale.Qui sgorgano, infatti, due sorgenti fredde (Torricella e Antesana) che curano i disturbi del fegato, le forme uriceniche, e le malattie alle vie biliari; svariate sono anche le applicazioni fangoterapiche.

   
Vuoi promuovere la tua attività? contatti

AZIENDA AGRITURISTICA LAMACAVALLO
STRADA PROVINCIALE OSTUNI-TORRE POZZELLA KM.4
Ostuni BR
Tel/Fax 0831 330703/332970 Cell.336 542529
www.lamacavallo.com
vacanze@lamacavallo.com
LO SPAGNULO
CONTRADA SPAGNULO
Ostuni BR
Tel. 0831 350209 Fax 0831 333756

   
Torna al menù Comuni
top della pagina